marketing ristorazione online: Apparire o Essere

marketing ristorazione online: Apparire o Essere, cosa conta di più? Scopri come puoi fare la differenza utilizzando i diversi canali di comunicazione online nel modo più opportuno.

Il dilemma non si pone: ciò che vale, più di tutto, è quello che si E’!  

Il proprio IO interiore conta veramente, non quello che si manifesta al di fuori e può differire dalla realtà!

E’ tutta colpa della nostra società consumistica e dei messaggi fuorvianti che provengono dai mezzi di comunicazione, che portano molte persone a voler apparire ad ogni costo, perdendo la propria identità.”

Siamo d’accordo con te! Non potremmo essere più d’accordo!

Il fatto è che, in questo caso, stiamo parlando di business e di come comunicare agli altri le qualità del tuo locale e della tua cucina, per fare in modo che scelgano te, prima di averti potuto testare e conoscere di persona.

Se ci riferiamo al marketing ristorazione online, l’amara verità è che conta più l’Apparire dell’Essere, soprattutto nel primo e fondamentale impatto.

In ambito commerciale, ciò che conta è come si viene percepiti dagli utenti e non essere i migliori, come ho riportato in questo articolo, e, se parliamo del web, questo vale ancora di più.

Infatti i tempi di consultazione delle pagine in internet sono molto veloci e in media sono inferiori al minuto.

Ma più che la media ci interessa sapere che la maggior parte dei visitatori abbandona la pagina dopo pochi secondi, se non trova quello che cercava o nulla di interessante, mentre altri si soffermano per più di un minuto, se la pagina ha catturato la loro attenzione ed ha risposto alle loro aspettative. Tu stesso puoi verificare la “frequenza di rimbalzo” del tuo sito mediante questo comodo strumento: Google Analytics.

Oltre a ciò, va poi considerato che l’uomo, per sua evoluzione naturale ed oggi sempre di più, è un essere prevalentemente visivo, tanto è vero che le funzioni cerebrali preposte allo scopo occupano quasi un terzo del nostro cervello.

Quindi come puoi fare per catturare l’interesse dei visitatori? Come evitare che saltino immediatamente ad un’altra pagina e fare invece in modo che si soffermino a vedere e leggere quanto di buono abbiamo da offrire?

La risposta è semplice: un’efficace e chiara costruzione grafica del sito, ma soprattutto immagini di qualità e accattivanti, in grado di suscitare nell’utente l’effetto “Wow!”.

Siamo tutti di corsa, distratti da mille altre cose e, come detto, quando cerchiamo qualcosa online vogliamo avere le risposte che cerchiamo in pochi secondi.

Quando si tratta di scegliere dove andare a mangiare o bere, significa che se vediamo delle belle immagini, ci fermiamo e approfondiamo, ma se non ci sono o sono brutte, chiudiamo e andiamo oltre.

Potendo fare una selezione preventiva dal proprio Pc o smartphone, chi sceglierebbe un posto di cui non si riesce a vedere prima com’è e come si mangia? Cos’hanno da nascondere, viene da chiedersi?

E se le immagini sono di cattiva qualità e brutte a vedersi, è logico aspettarsi che il posto sia favoloso e si mangi divinamente o è più facile pensare che la sua effettiva qualità rispecchi quella scadente visibile in rete?

Che poi la vetrina virtuale non è che sia molto diversa da quella reale. Se tu vedessi un locale con l’insegna pericolante, la porta con la vernice scrostata e le vetrate sporche, potresti provare ad entrare lo stesso, sperando di rimanere piacevolemente sopreso, ma, molto più probabilmente, ciò che faresti tu e la maggior parte delle persone, sarebbe di andartene in un altro posto, lasciando la sorpresa a qualcun altro più temerario e amante del rischio.

Può non far piacere, ma le persone scelgono secondo questi criteri, guardano l’apparire anzichè l’essere, non perchè siano tutte superficiali, ma perchè non hanno altro modo. L’alternativa è che possano venire da te, assaggino qualche piatto e quindi decidano se fermarsi a mangiare oppure no… sarebbe bello, in questo modo potrebbero conoscere quanto hai realmente da offrire, il tuo Essere, e non solo come ti presenti, il tuo Apparire, ma non credo che ciò sia praticabile, giusto?

E’ vero che non si dovrebbe giudicare un libro dalla copertina. Ma è quello che fa esattamente il 90% delle persone quando acquista un libro. E le Case Editrici lo sanno bene e pertanto investono moltissimo e pongono la massima attenzione nella loro cura grafica. >>Se vuoi ricevere la nostra Newsletter e scaricare la Guida Gratuita: “8 Utili Consigli su Come Rispondere alle Recensioni su TripAdvisor ed Aumentare la Popolarità del tuo Locale!” >> CLICCA QUI! <<

E nel tuo caso, com’è la tua copertina?

Qual è la prima impressione che riceve il visitatore che visita il tuo sito web, pagina Facebook o profilo su TripAdvisor o Google Maps?

Quali sono i primi risultati che escono inserendo il nome del tuo locale su Google?

Sei consapevole che non avrai una seconda occasione per fare una “buona prima impressione”?

Il web è spietato in tal senso, ma, siccome vale per tutti, basta saperlo ed agire di conseguenza per migliorare la tua immagine e fare la differenza rispetto ai tuoi concorrenti.

Se ti interessa sapere quello che possiamo fare per migliorare la tua comunicazione online, visibilità e incrementare il numero di coperti ed il tuo fatturato, lascia i tuoi dati qui o scrivi un commento.

Al tuo Successo!

Mario Menzio 2Mario Menzio

> Foto di copertina: Andrea di Lorenzo presso Ristorante Teresa a Genova <

p.s.

Se ti è piaciuto ed hai trovato utile l’articolo “marketing ristorazione online: Apparire o Essere, cosa conta di più?”, condividilo in modo Social, cliccando su una delle opzioni qui sotto: